Home » Scrittura terapeutica » L'amore e la paura

L'amore e la paura

L'amore e la paura - La cura di sé

La lettera di Franca

Questo scritto è dedicato a tutte le persone che hanno deciso come me di vivere questo momento così difficile, in piena consapevolezza. Quando le regole sono diventate restrittive

e mi sono ritrovata segregata in casa, la paura del contagio, rimasta lontana fino a quel momento, mi ha completamente invasa fino a diventare ansia prima e poi panico. Il termine panico deriva dal Dio Pan che tutto pervade. Mi sentivo intrappolata in questa paura, senza via d'uscita. Avevo paura per me, per i miei cari senza nulla poter fare. Chi ha conosciuto il panico sa bene di cosa sto parlando. La paura nasce nello stomaco, passa dai polmoni, arriva al cuore. Se diventa Panico arriva al cervello. Coltivare o soffocare la paura può farci ammalare seriamente. Lo stomaco si chiude, i polmoni si comprimono così che comincia a scarseggiare l'ossigeno nel nostro corpo. Aumenta il battito cardiaco provocando un senso di soffocamento. Messaggi di panico che arrivano al cervello ed hanno come risposta la produzione di ormoni dello stress (adrenalina, cortisolo ecc.)  Convinta  da sempre che se c'è un problema esiste anche la sua soluzione, mi sono messa alla sua ricerca. Utilizzando la scrittura metodo Sonia  Scarpante ho preso carta e penna e ho cominciato a dialogare con la mia paura che immediatamente si è manifestata :

Cara Franca, io non sono una tua nemica . Insieme al dolore sono nata con te, per proteggerti, per guidarti su strade sicure. Senza di noi rischieresti di perderti e di farti molto male.

Hai mai pensato che senza l dolore tu lasceresti la tua mano sul fuoco fino a farla diventare cenere? Senza paura ti avventureresti in zone pericolose per la tua incolumità. Grazie a noi 

puoi limitare i tuoi rischi attrezzandoti adeguatamente. In questo particolare momento devo agire con voce più forte per attirare la tua attenzione. Il virus è lo strumento che 

utilizzo per costringerti a fermarti e a riflettere. Occupata nella ricerca di cose inutili, seguendo il volere di chi ti voleva ubbidiente e sottomessa, hai dimenticato te stessa, i tuoi veri bisogni,

Hai tradito i tuoi sogni e rinunciato ai tuoi progetti. Ti sei allontanata dalle tue origini dalle tue radici che ti avevano plasmato come donna d'amore. Più che vivere sei sopravvissuta.

Hai camminato su una strada che non era la tua. Per questo hai incontrato il panico. Hai calpestato la terra senza rispetto per lei e le sue creature. Hai trasgredito le leggi della natura il cui compito è di salvaguardare l'equilibrio e l'armonia del creato. Sei andata incontro al nulla e il nulla adesso ti possiede. Hai perso la tua umanità.

Tu e i tuoi simili siete convinti che per sconfiggermi serve il coraggio. Ma il vostro coraggio è sinonimo di orgoglio, di potercela fare da soli. No il vero antidoto è l'amore. La mia presenza diventa silente o superflua quando regna l'amore. Io e lui siamo incompatibili ed agiamo in momenti diversi. Io del vostro coraggio me ne faccio un baffo perché non è dettato da un ideale ma solo dall'egoismo. Dov'è il vostro coraggio? nelle strade vuote  per essere ubbidienti alle regole ,questo è giusto, o per  paura d'incontrare l'altro ed essere contagiati? Col vostro coraggio passate ore davanti allo schermo televisivo per stordirvi e soffocare la mia presenza.  Riempite i carrelli del supermercato facendo incetta di tutto senza curarvi di lasciare gli scaffali 

vuoti per chi verrà dopo di voi. Il vostro coraggio vi ha portato a svaligiare le farmacie. Chi è arrivato per primo ha comprato mascherine e amuchina che potevano essere distribuite equamente a tutti. Coraggio e amore diventano una sola cosa quando lavorano insieme come stanno facendo i vostri operatori sanitari che per un atto d'amore stanno sacrificando la loro salute e la loro vita. Loro non hanno bisogno di me. Hanno bisogno della vostra gratitudine , del vostro altruismo, del vostro amore. Imparate da loro che come novelli martiri si stanno immolando per salvare il loro prossimo. Pensiamo al buon Samaritano che si ferma a soccorrere chi è stato ferito dal male. Non si limita a dargli un primo soccorso ma se lo carica in spalla e lo porta in un luogo sicuro. E quando dovrà riprendere la sua strada lo affida al padrone della locanda pagando per lui una cospicua somma. Voi pensate di sconfiggere me e il male chiudendovi in casa e pensando solo a voi stessi? Facendo aperitivi online, scambiandovi centinaia di messaggini inutili quando non addirittura nocivi che dilatano la distanza tra voi e gli altri.

Grazie cara paura per esserti manifestata. Adesso che ti ho conosciuta tu e il dolore sarete miei alleati. I miei angeli custodi silenti quando riprenderò il cammino verso la mia meta. Voi m'impedirete passi falsi ed io con gioia e fiducia camminerò sottobraccio al mio amore. 

Approfittiamo di questo tempo vuoto per riempirlo di contenuti , di grazia, come qualche santo ci ha consigliato. Dialoghiamo con le nostre emozioni. Recuperiamo i nostri bisogni. E con l'esperienza di oggi rinasceremo a vita nuova.

 

Franca   

La cura di sé

Il Blog del Sito

Link Amici

Link Amici - La cura di sé

sonia scarpante

Link Amici - La cura di sé

Club Medici

Link Amici - La cura di sé

campoteatrale

Link Amici - La cura di sé

rosa per la vita

Link Amici - La cura di sé

vivere sano quotidianamente

Link Amici - La cura di sé

manara medical center

Link Amici - La cura di sé

Volontari per un giorno

Link Amici - La cura di sé

Associazione Il Portico

Link Amici - La cura di sé

e.learning Kibitzer

Link Amici - La cura di sé

Farma e Benessere

Link Amici - La cura di sé

Forever Living Products - Aloe Vera pagina dello store

Link Amici - La cura di sé

Amo La Vita Onlus

Link Amici - La cura di sé

Scatti d'autore

Link Amici - La cura di sé

Onconauti